Cerca

Compresse Biolax sgonfia pancia

Produttore:: Line@
Problemi intestinali, colon irritato e cattiva digestione? Le compresse Biolax sgonfia pancia grazie alle proprietà agiranno sul corpo come un efficace e profondo lassativo, ristabilendo ordine e pulizia all'interno del tuo organismo.
*
€0,00
i h
  • Brand: Lineadiet.
  • Compresse per sgonfiare la pancia.
  • Pulisce intestini e colon.
  • Lassativo efficace e profondo.
  • Con 7 principi attivi.
  • Data di scadenza: 07/2020.

 

Tenore medio in elementi caratterizzanti per dose massima giornaliera (2 compresse):

  • Senna foglie 371,2 mg.
  • Aloe succo condensato 361,8 mg.
  • Psillio cuticola del seme 95,2 mg.
  • Boldo del Cile foglie 47,2 mg.
  • Rabarbaro radice 28,6 mg.
  • Frangola corteccia 28,6 mg.
  • Liquirizia radice 19 mg.


Senna:

  • La senna è un potente lassativo, febbrifugo e vermifugo. In fitoterapia è un rimedio adatto per stimolare e facilitare l’evacuazione intestinale rieducando l’intestino in caso di stipsi occasionale e acuta, emorroidi e ragadi anali . Inoltre, la senna svolge un’ azione purificante, antibatterica ed antiossidante, utile in caso di colesterolo alto, grazie alla presenza di luteolina che, contrastando l’azione dell’enzima lipasi, diminuisce l’assorbimento dei grassi e aiuta a tenere sotto controllo i valori sanguigni di colesterolo e trigliceridi, pelle impura, per l’azione antiossidante e regolando l’intestino stimola l’espulsione delle scorie e aiuta così a purificare e rigenerare la pelle.


Aloe:

  • L’Aloe vera è una pianta della famiglia delle Aloacee che predilige i climi caldi e secchi. Dalle foglie di aloe vera è possibile ottenere due tipi di estratti, il succo condensato e il gel, con costituenti chimici, indicazioni, controindicazioni e interazioni farmacologiche diversi tra loro.Le sostanze presenti nell’estratto d’aloe vera inducono una secrezione attiva d’acqua ed elettroliti nel lume intestinale e ne impediscono il riassorbimento nel colon.


Psillio:

  • Lo Psillio aumenta il volume delle feci e, assorbendo acqua, le rende più soffici e scorrevoli, favorendo quindi l’evacuazione e contrastando la stipsi; esercita un’azione prebiotica, favorendo lo sviluppo della flora batterica intestinale, utile quindi per rinforzare le difese immunitarie e per migliorare l’efficienza dell’intestino; rigonfiandosi già nello stomaco, favorisce il raggiungimento di un senso di sazietà, per cui, se associato ad uno stile di vita sano e ad un’adeguata attività fisica, risulta utile come coadiuvante delle diete finalizzate al controllo/riduzione del peso corporeo; rallentando l’assorbimento dei nutrienti, può essere utile nell’alimentazione di persone con dismetabolismo lipidico e glucidico. I semi di Psillio, se immersi in acqua, si rigonfiano per le proprietà idrofile delle mucillagini di cui la cuticola è ricca; ingerendo i semi macerati con tutta la mucillagine si ottiene una delicata azione lassativa meccanica, che stimola la peristalsi in seguito all’idratazione e all’aumento di volume del bolo fecale. L’uso dei semi di Psillio non irrita l’intestino e non provoca assuefazione, anche per un utilizzo prolungato; è consigliato in caso di stipsi occasionale o cronica, ed è indicato anche per bambini, anziani, e donne in gravidanza.


Rabarbaro:

  • Il rabarbaro se assunto in piccole quantità favorisce la digestione. In quantità maggiori, invece, aiuta il transito intestinale.


Frangola:

  • La corteccia della frangola contiene glicosidi antrachinonici, che stimolano la peristalsi intestinale. Questi principi attivi sono poco assorbiti a livello dello stomaco e dell’intestino tenue; mentre nell’intestino crasso vengono metabolizzati diventando biologicamente attivi, grazie alla capacità della flora batterica di trasformarli in antroni, responsabili della proprietà lassativa della pianta. I glicosidi infatti manifestano la loro attività solo dopo che i batteri della nostra flora li hanno idrolizzati liberando gli agliconi e trasformando questi nella forma attiva, gli antroni.


Liquirizia:

  • La radice liquirizia ha proprietà lassative, antinfiammatorie e digestive che possono risolvere il problema dell’intestino pigro.


Boldo del Cile:

  • Il Boldo è una pianta sempreverde che cresce in America Latina (Cile, Argentina, Ecuador, Bolivia, Perù). Nella medicina tradizionale le foglie di Boldo sono state usate come carminativo (riducente la formazione di gas intestinali e favorente l’eliminazione degli stessi) e per trattare la gotta e affezioni a carico della vescica e della prostata. Gli estratti di foglie di Boldo producono un’azione favorente il rilascio di bile (azione coleretica) e diuretica e sono ancora oggi usati nella medicina popolare nella cura delle turbe dispeptiche di origine epato-biliare, dei disturbi epatici, delle cistiti e delle malattie infiammatorie articolari.

 

Modalità d'uso:

  • Assumere 1-2 compresse alla sera al bisogno.


Ingredienti:

  • Senna foglie (Cassia angustifolia Vahl.), Aloe del capo succo (Aloe ferox Mill.), stabilizzante: gomma arabica, Psillio cuticola del seme (Plantago psyllium L.), Boldo del Cile foglie (Peumus boldus molina), Rabarbaro radice (Rheum palmatum var. tanguticum Maxim), Frangola corteccia (Rhamnus frangula L.), Liquirizia radice (Glycyrrhiza glabra), antiagglomeranti: sali di magnesio degli acidi grassi, biossido di silicio.

 

Integratori:

  • Gli integratori non sono farmaci e non possono essere usati come farmaci. La distinzione tra integratori e farmaci si basa sulle differenti finalità d'uso.
  • Gli integratori sono promotori della salute rivolti a persone che godono di un buono stato di salute. I farmaci sono strumenti di cura rivolte a persone malate.
  • Integratori e farmaci possono utilizzare gli stessi principi attivi, ma il contenuto del principio attivo è inferiore negli integratori rispetto ai farmaci.

 

  • Brand: Lineadiet.
  • Compresse per sgonfiare la pancia.
  • Pulisce intestini e colon.
  • Lassativo efficace e profondo.
  • Con 7 principi attivi.
  • Data di scadenza: 07/2020.

 

Tenore medio in elementi caratterizzanti per dose massima giornaliera (2 compresse):

  • Senna foglie 371,2 mg.
  • Aloe succo condensato 361,8 mg.
  • Psillio cuticola del seme 95,2 mg.
  • Boldo del Cile foglie 47,2 mg.
  • Rabarbaro radice 28,6 mg.
  • Frangola corteccia 28,6 mg.
  • Liquirizia radice 19 mg.


Senna:

  • La senna è un potente lassativo, febbrifugo e vermifugo. In fitoterapia è un rimedio adatto per stimolare e facilitare l’evacuazione intestinale rieducando l’intestino in caso di stipsi occasionale e acuta, emorroidi e ragadi anali . Inoltre, la senna svolge un’ azione purificante, antibatterica ed antiossidante, utile in caso di colesterolo alto, grazie alla presenza di luteolina che, contrastando l’azione dell’enzima lipasi, diminuisce l’assorbimento dei grassi e aiuta a tenere sotto controllo i valori sanguigni di colesterolo e trigliceridi, pelle impura, per l’azione antiossidante e regolando l’intestino stimola l’espulsione delle scorie e aiuta così a purificare e rigenerare la pelle.


Aloe:

  • L’Aloe vera è una pianta della famiglia delle Aloacee che predilige i climi caldi e secchi. Dalle foglie di aloe vera è possibile ottenere due tipi di estratti, il succo condensato e il gel, con costituenti chimici, indicazioni, controindicazioni e interazioni farmacologiche diversi tra loro.Le sostanze presenti nell’estratto d’aloe vera inducono una secrezione attiva d’acqua ed elettroliti nel lume intestinale e ne impediscono il riassorbimento nel colon.


Psillio:

  • Lo Psillio aumenta il volume delle feci e, assorbendo acqua, le rende più soffici e scorrevoli, favorendo quindi l’evacuazione e contrastando la stipsi; esercita un’azione prebiotica, favorendo lo sviluppo della flora batterica intestinale, utile quindi per rinforzare le difese immunitarie e per migliorare l’efficienza dell’intestino; rigonfiandosi già nello stomaco, favorisce il raggiungimento di un senso di sazietà, per cui, se associato ad uno stile di vita sano e ad un’adeguata attività fisica, risulta utile come coadiuvante delle diete finalizzate al controllo/riduzione del peso corporeo; rallentando l’assorbimento dei nutrienti, può essere utile nell’alimentazione di persone con dismetabolismo lipidico e glucidico. I semi di Psillio, se immersi in acqua, si rigonfiano per le proprietà idrofile delle mucillagini di cui la cuticola è ricca; ingerendo i semi macerati con tutta la mucillagine si ottiene una delicata azione lassativa meccanica, che stimola la peristalsi in seguito all’idratazione e all’aumento di volume del bolo fecale. L’uso dei semi di Psillio non irrita l’intestino e non provoca assuefazione, anche per un utilizzo prolungato; è consigliato in caso di stipsi occasionale o cronica, ed è indicato anche per bambini, anziani, e donne in gravidanza.


Rabarbaro:

  • Il rabarbaro se assunto in piccole quantità favorisce la digestione. In quantità maggiori, invece, aiuta il transito intestinale.


Frangola:

  • La corteccia della frangola contiene glicosidi antrachinonici, che stimolano la peristalsi intestinale. Questi principi attivi sono poco assorbiti a livello dello stomaco e dell’intestino tenue; mentre nell’intestino crasso vengono metabolizzati diventando biologicamente attivi, grazie alla capacità della flora batterica di trasformarli in antroni, responsabili della proprietà lassativa della pianta. I glicosidi infatti manifestano la loro attività solo dopo che i batteri della nostra flora li hanno idrolizzati liberando gli agliconi e trasformando questi nella forma attiva, gli antroni.


Liquirizia:

  • La radice liquirizia ha proprietà lassative, antinfiammatorie e digestive che possono risolvere il problema dell’intestino pigro.


Boldo del Cile:

  • Il Boldo è una pianta sempreverde che cresce in America Latina (Cile, Argentina, Ecuador, Bolivia, Perù). Nella medicina tradizionale le foglie di Boldo sono state usate come carminativo (riducente la formazione di gas intestinali e favorente l’eliminazione degli stessi) e per trattare la gotta e affezioni a carico della vescica e della prostata. Gli estratti di foglie di Boldo producono un’azione favorente il rilascio di bile (azione coleretica) e diuretica e sono ancora oggi usati nella medicina popolare nella cura delle turbe dispeptiche di origine epato-biliare, dei disturbi epatici, delle cistiti e delle malattie infiammatorie articolari.

 

Modalità d'uso:

  • Assumere 1-2 compresse alla sera al bisogno.


Ingredienti:

  • Senna foglie (Cassia angustifolia Vahl.), Aloe del capo succo (Aloe ferox Mill.), stabilizzante: gomma arabica, Psillio cuticola del seme (Plantago psyllium L.), Boldo del Cile foglie (Peumus boldus molina), Rabarbaro radice (Rheum palmatum var. tanguticum Maxim), Frangola corteccia (Rhamnus frangula L.), Liquirizia radice (Glycyrrhiza glabra), antiagglomeranti: sali di magnesio degli acidi grassi, biossido di silicio.

 

Integratori:

  • Gli integratori non sono farmaci e non possono essere usati come farmaci. La distinzione tra integratori e farmaci si basa sulle differenti finalità d'uso.
  • Gli integratori sono promotori della salute rivolti a persone che godono di un buono stato di salute. I farmaci sono strumenti di cura rivolte a persone malate.
  • Integratori e farmaci possono utilizzare gli stessi principi attivi, ma il contenuto del principio attivo è inferiore negli integratori rispetto ai farmaci.